Miniruggers in bella evidenza anche in questo Maggio “autunnale”

Miniruggers bianconeri in bella evidenza anche in questo Maggio “autunnale”. I resoconti dei tornei di Treviso e Pordenone.

Miniruggers in bella evidenza

Due importanti happening hanno caratterizzato il maggio dei miniruggers bianconeri. Nel week end dell’11 e 12 c’è stata la 41esima edizione dell’ormai storico Torneo “Città di Treviso”, uno dei più grandi eventi di Mini-Rugby d’Europa con 5000 giovanissimi a sfidarsi sui campetti de La Ghirada e a Paese. Nel fine settimana successivo è stata la volta del “Città di Pordenone”, quinta edizione, 700 bambini in campo, una manifestazione in crescita. In entrambe le occasioni, pur con qualche difficoltà dovuta al meteo inclemente, i “cuccioli” della Rugby Udine VG si sono distinti per il loro ottimo comportamento dentro e fuori dal campo. A seguire, come è ormai tradizione, il resoconto degli educatori.

QUI UNDER 6

Il Torneo “Città di Treviso (ex Topolino) è tra i più bei tornei di Mini-Rugby che ci siano, così, per dare a tutti la possibilità di parteciparvi, abbiamo deciso di presentare 2 squadre. Sabato. La squadra A, la “più giovane”, iniziava il girone con un po’ troppa timidezza, non esprimendo al massimo le proprie capacità. Nel corso della giornata, però, i bambini iniziavano a prendere coraggio e riuscivano a togliersi qualche soddisfazione personale, chiudendo comunque all’ultimo posto nel girone. Nello stesso tempo la squadra B dimostrava finalmente tutto il proprio potenziale, lottando su ogni pallone, respingendo indietro ogni avversario e collaborando fino in fondo. Vinte tutte le partite del mattino e persa l’unica del pomeriggio, ci classificavamo secondi nel girone.

Domenica la squadra A è stata la più serena nel giocare sotto la pioggia e con un bel sorriso stampato in faccia ha giocato, vinto e convinto la prima partita e perso la seconda. Nella classifica finale siamo arrivati quindi 49esimi. La squadra B ha iniziato il girone con un pareggio. I nervi erano un po’ tesi, il freddo iniziava a farsi sentire… Ma i bambini hanno stretto i denti e giocato anche la seconda partita. Ne avevamo ancora una da giocare, l’ultima. Un bimbo aveva preso una botta durante la prima partita e ha giocato comunque la seconda. Un altro all’inizio della seconda partita si era storto la caviglia, ma ha continuato a giocare senza comunicare nulla a genitori ed educatori. Siamo stati quindi costretti a ritirarci (6 bambini in tutto, in campo si gioca in 5), strappando comunque un bel 15esimo posto.

Ma la cosa che ci commosso di più è stata la risposta a fine partita del nostro minirugista infortunato, quando gli abbiamo chiesto perché non ci avesse detto nulla. “Perché con i miei amici ho detto che non dovevamo mollare – ha spiegato il protagonista – e quindi non potevo essere io il primo a mollare. Se giochiamo insieme, possiamo vincere tutti insieme”. L’età media di questo gruppo è 5 anni e a volte ci dimentichiamo quanto questi piccoli campioni possano ancora insegnarci molto o ricordarci cose che negli anni abbiamo dimenticato. La squadra B ci ha dimostrato di aver capito cosa significa essere una squadra, ci ha fatto vedere la voglia di giocare insieme e di aiutarsi, di stringere i denti nonostante tutto e non mollare mai. La squadra A ci ha ricordato che è sempre comunque un gioco, che i compagni di squadra non sono solo quelli con cui giochi una partita, ma anche quelli fuori dal campo, e che bisogna saper affrontare ogni partita con il sorriso, anche se non si vince. Insomma al “Città di Treviso” i nostri Under 6 ci hanno regalato un week end carico di emozioni.

Al Torneo Città di Pordenone, sette giorni dopo, il tempo non è stato dei migliori ed anche la prestazione dei nostri piccoli ne ha risentito. Ma come sempre la voglia di giocare non è mancata di sicuro. Le tante pozzanghere sparse qua e là non hanno fatto certo mancare il divertimento ai nostri “Aquilotti”, che a torneo finito si son cimentati nella specialità dei tuffi. Gli educatori hanno simpaticamente commentato: “E’ giusto che i bambini a quest’età si cimentino in più discipline sportive”. Prossimo appuntamento il 2 Giugno al “Città di Codroipo”. Grazie Under 6!

QUI UNDER 8

Esperienza incredibile quella dell’Under 8 al 41esimo Torneo “Città di Treviso”. Con tanti giocatori assenti e soli 2 cambi, abbiamo iniziato la manifestazione con tanta emozione e altrettanta voglia di giocare. Ci siamo ritrovati in girone con Perugia, Belluno, Cus Milano, Benetton A, Geas Sesto San Giovanni, Amatori Vicenza e gli Orsi Prov.Ovest. La prima giornata è terminata con un quarto posto in girone, con un totale di 4 vittorie e 4 sconfitte. Tutte le partite sono state scandite da un forte lavoro di squadra, impeccabile in certi frangenti. Solo con i determinatissimi perugini e i biancoverdi di casa, i piccoli udinesi hanno avuto davvero il loro bel da fare a fronteggiare degli avversari capaci di dare vita ad azioni molto “pressanti”. Dopo un abbondante riposo, l’ultima fase del torneo ha avuto inizio, in una domenica fredda e piovosa. Abbiamo incontrato gli amici dell’Etruria Piombino (4-1 v), del Valsugana (1-2 p), della Benetton B (4-1 v) e del Cittadella (2-5 p). Con 2 vittorie e 2 sconfitte abbiamo concluso la giornata, e ci siamo piazzati al 35°/86° posto.

Non ci sono parole per descrivere tutte le emozioni che questo torneo è stato capace di regalarci. Noi allenatori abbiamo visto in tutta la loro purezza la grinta, la determinazione e lo spirito di sacrificio di questo grande gruppo. Abbiamo visto otto bambini capaci di sostenersi a vicenda, lottare assieme contro la stanchezza e il freddo, dimostrando come il rugby li abbia uniti e formati in questi mesi. Noi allenatori (Roberta, Chiara e Stefano) ringraziamo i bambini ed i genitori per questa magnifica esperienza sportiva e di vita. Al “Città di Pordenone” siamo invece incappati in una domenica dolce amara. Abbiamo mostrato un bel gioco, ma siamo incappati in qualche errore di troppo ed un pizzico di sfortuna. Nella prima fase abbiamo incontrato gli amici del Venezia San Marco 2, Pasian di Prato, San Donà 1, Pordenone 2, Codroipo e Fontanafredda, collezionando 4 vittorie e 2 sconfitte, di cui una di misura con i grintosissimi bianco celesti “Razza Piave”. Accediamo alle finali con 12 punti a pari merito con il Pasian di Prato, ma scaliamo alla finale per il il 5°-6° posto per una differenza mete a nostro sfavore. Nonostante l’illusione di aver potuto sfiorare il podio, concludiamo il Torneo con una partita ben giocata su tutti i fronti con il Polcenigo. Quinto posto per noi. Nonostante la stanchezza delle ultime settimane, noi allenatori continuiamo a notare i miglioramenti, soprattutto sul piano offensivo. La squadra si dimostra sempre più unita e con atteggiamenti positivi nel percorso di crescita. Bravi Aquilotti!

QUI UNDER 10

I nostri ragazzi al “Città di Treviso” si sono dimostrati sempre più uniti e coesi, imponendosi sulle altre formazioni con un attacco cinico, sia con buone azioni individuali, sia esprimendo un bel gioco di squadra dinamico ed una ben organizzata difesa ci hanno consentito di guadagnare il 2° posto nel girone del mattino ed un primo posto in quello del pomeriggio nella super impegnativa giornata di sabato. Una domenica fredda e umida altrettanto impegnativa ha messo a dura prova i nostri giovanissimi atleti dal punto di vista mentale e fisico, ma spirito di sacrificio ed il senso di appartenenza a questo super Gruppo di mini rugbisti l’ha fatta da padrone. Alla fine abbiamo conquistato un discreto 23esimno posto su 96 squadre. Anche a Pordenone poi un’altra bella giornata di rugby con una sconfitta e per il resto solo vittorie. San Donà, San Marco, Checco San Piero, Fontana e Maniago le compagini incontrate nel girone e nelle fasi finali… Chiusura di giornata con un meritato quarto posto. Umore alto e divertimento alla base di tutto: questa è stata la ricetta vincente al V Torneo “Città di Pordenone”. Bravi! E’ sempre un piacere allenarvi…
Firmato: Jacopo_Tene_Munaro

QUI UNDER 12

A Treviso nel girone di qualificazione di sabato 11 squadre e 10 partite. La Rugby Udine FVG ha giocato tutte le partite al massimo, dimostrando ottima abilità offensiva e in difesa mettendo in mostra la propria aggressività, la capacità di pressare ed il placcaggio. Delle 10 partite disputate gli udinesi hanno portato a casa 3 pareggi 1 sconfitta e 6 vittorie qualificandosi per differenza mete al terzo posto nel girone e al 22esimo posto su 80 squadre nella classifica generale.

Anche il “Città di Pordenone” è stato caratterizzato da pioggia e campi pesanti che poco sono congeniali con il gioco veloce e frizzante dei ragazzi dell’Under 12 bianconera. In ogni caso il torneo è partito bene per i nostri atleti con due belle vittorie su Polcenigo e Maniago, nella quali hanno dimostrato voglia di attaccare e sostenere i compagni, difendendo con grinta. Persa invece la terza partita con San Donà che ci ha messo in difficoltà soprattutto sui punti di incontro facendo valere la propria fisicità. Semifinale al cardiopalma quella con il San Marco. I ragazzi ci hanno messo grinta e determinazione per accedere alla finalissima e dopo un 1 a 1 nei tempi regolamentari sono caduti solo allo scadere del tempo supplementare, subendo una meta che ci ha fatto accedere alla finale terzo-quarto posto. Stanchi e acciaccati dalla gran fatica della semifinale e complice il campo sempre più pesante, i ragazzi hanno ceduto alla seconda squadra del San Donà guadagnandosi il quarto posto. Risultato che ci sta un pochino stretto conoscendo le qualità dei nostri ruggers, ma che ci ha fatto capire su cosa lavorare in vista degli impegni futuri.

Per l’Ufficio Stampa: Piergiorgio Grizzo

, ,
Riccardo Robuschi
Riccardo Robuschi nuovo head coach della Rugby Udine FVG
Il coach Matteo Pevere
Il campionato della “Cadetta” sotto la lente del coach Matteo Pevere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu

Questo sito web utilizza cookies per garantire il corretto funzionamento dei servizi offerti e per migliorare l’esperienza d’uso delle applicazioni on-line; può contenere componenti multimediali di terze parti, i quali possono generare a loro volta cookies sui quali non è possibile avere controllo; consulta la nostra informativa